Connect with us

Thailandia

Covid-19 Viaggio sicuro a Phuket in Thailandia

Avatar

Published

on

phuket

Phuket e’ il nome di una provincia amministrativa nella regione meridionale della Thailandia.

Città 

Le città  principali, a parte il capoluogo Phuket Town che si trova all’interno e leggermente spostato ad est, si trovano nella zona costiera ad Ovest, quella più turistica. Oltre alla sopracitata Phuket Town infatti troviamo la più mondana e notturna Patong, Karon, Kata e Surin.

Altre destinazioni

Da sapere

Geografia

Localizzata nel mare delle Andamane, sulla costa Ovest della penisola thailandese. E’ un isola di medie dimensioni dalla natura lussureggiante ma anche da uno sviluppo semi incontrollato delle infrastrutture umane.

Lo tsunami del 2005 ha devastato la costa ovest dell’isola, provocando una fossa proprio di fronte alle spiagge che rende la balneabilità  molto limitata, ai primi metri di litorale.

Il paesaggio offerto dall’isola e’ comunque paragonabile a quello di un paradiso tropicale e vale di per se’ il viaggio in questa località.

Clima

Caldo e gradevole tutto l’anno, e’ l’equivalente della stagione estiva a luglio italiana. Con temperature dai 20 ai 30 gradi e un tasso di umidità  dell 80%. Umidità  e temperature comunque mitigate dalla brezza costante che investe l’isola.

Storia

Lingue parlate

La lingua parlata maggiormente e’ il thai, ma essendo località  turistica e’ molto diffuso anche l’inglese. Difficoltà di comunicazione le si possono incontrare maggiormente verso il nord del paese, dove più che il turismo e’ la coltivazione dell’albero della gomma la fonte principale di reddito.

Come arrivare

Con compagnie low cost di altissimo livello in partenza da Bangkok ogni giorno a praticamente tutte le ore. Nok Air, Air Asia, Thai Airways, Bangkok Airways, Orient Thai.

Come spostarsi

Come in tutta la Thailandia il mezzo più conveniente e’ il Taxi o il Tuk Tuk (una camionetta scoperta). Si raccomanda di contrattare prima il prezzo per l’arrivo alla destinazione. Chiedete all’autista quanto vuole per la tratta e negoziate il più possibile.

E’ possibile inoltre noleggiare auto e moto, pratica molto diffusa anche per gli occidentali. E’ comunque raccomandabile una grande esperienza e tenere presente che la guida e’ all’inglese.

Attività  ricreative

Patong Beach e’ il centro delle attività  ricreative dell’isola. Numerose sono le occasioni per divertirsi, dalle prime luci dell’alba a notte fonda. Si passa dalle attività  in spiaggia ai bar e discoteche che affollano la cittadina meta numero uno dell’isola.

Cibi

Essendo un’attrazione turistica a scala mondiale, Phuket offre ristoranti con una varietà  di cucine praticamente infinita. Ogni paese sembra avere la sua rappresentanza culinaria su quest’isola. Ristoranti giapponesi,italiani e francesi sono fra i più diffusi. Non manca naturalmente l’ottima cucina thailandese, basata perlopiù su piatti a base di pesce e riso nel contesto isolano.

E’ importante fare la vaccinazione per l’epatite per scongiurare brutte sorprese.

Bevande

Per quanto riguarda le bevande possiamo descrivere le birre più bevute in quel di Phuket, in particolare nei locali di Patong Beach. La birra più diffusa e bevuta e’ la singha beer, seguita dalla tiger beer, che per’ e’ prodotta a Singapore sebbene molto diffusa in thai e la chang beer, che non e’ nient’altro che la birra Carlsberg prodotta in Thailandia. Tutte queste sono birre di tipo lager e alcune di queste vincitrici anche di premi internazionali, per testimoniarne la qualità.

Sicurezza personale

Phuket, come praticamente tutto il resto della Thailandia, e’ un posto sicurissimo. Le rigide leggi thailandesi garantiscono la tutela sia dell’abitante del posto che del turista occasionale e sono in pochi a sfidarle. Può capitare ,tuttavia, di essere presi costantemente di mira dai venditori e tassisti che tentano di propinare oggetti e tratte a valori ben superiori. Si può comunque rifiutare, garbatamente, o tentare una trattativa per risparmiare sull’acquisto.

Hotel popolari a Phuket

enEnglish deDeutsch ja日本語 viTiếng Việt thไทย arالعربية ruРусский

Thailandia

Covid-19 Viaggio sicuro a Ranong in Thailandia

Avatar

Published

on

ranong1000x600

Ranong è il capoluogo dell’omonima provincia.

Da sapere

Un posto di confine con pochissimi turisti. L’escursione in nave da qui fino a Kawthoung in Myanmar richiede il visto.

Come arrivare

In aereo

Nok Air

In autobus

I minibus da Surat Thani costano 140 baht e impiegano circa 3 ore. Arrivano di fronte alla stazione principale degli autobus a circa 1 km dal centro del paese, servito da motociclette.

In nave

Ogni ora traghetti i giocatori d’azzardo da Ranong all’isola birmana di Thahtay Kyun (20 minuti), dove il casinò e golf resort Andaman Club [1] soddisfa le loro esigenze.

Come spostarsi

Da vedere

Ranong has poche cose degne di essere viste:

  • Hot Springs
  • Waterfalls
  • Ranong Canyon
  • Bald Hill

Attività ricreative

Visa run – è un motivo probabile per venire a Ranong. Songthaews parte dal mercato sulla strada principale e costa 10 baht per arrivare a Saphan Pla, il porto peschereccio che fornisce il collegamento con il Myanmar. La maggior parte dei songthaews alla fine finisce qui, anche se alcuni seguono un percorso più lungo di altri. Sarai lasciato dall’altra parte della strada rispetto all’ufficio immigrazione o in un piccolo caffè lungo la strada a pochi metri di distanza. In ogni caso, è probabile che ti venga offerta una barca dai bagarini che cercano di guadagnarti da vivere. Una barca longtail costa 300 baht, da solo o in gruppo. C’è anche una grande barca che viene utilizzata da corse di visti più organizzate e un viaggio su piccola scala tramite longtail di solito coordinato da un tizio dai capelli bianchi in un pick-up color oro che gira intorno alla stazione degli autobus. I longtail sono più veloci e meno persone significano meno tempi di attesa nei vari punti di immigrazione. La grande barca è più lenta e impiega più tempo a causa del numero di passaporti da controllare, ma può risultare più economica. Avrai bisogno di US $ 5 per entrare in Myanmar e a loro piace che le note siano in ottime condizioni, soprattutto senza scritte su di esse. Touts ti venderà $ 5 per 300 baht, ma vale davvero circa 200 baht. Nei fine settimana le autorità birmane richiedono anche le fotocopie del passaporto fatte da un piccolo negozio presso l’ufficio immigrazione per 10 baht. La barca andrà all’immigrazione thailandese e l’autista prenderà il tuo passaporto per essere ispezionato, poi lo stesso di nuovo all’ingresso birmano dove avrà anche bisogno dei tuoi US $ 5. Quindi esci dal Myanmar in un terzo ufficio immigrazione sulla terraferma birmana, che devi scendere dalla barca per farlo. Probabilmente ti verranno offerti Valium e Viagra dai vari bagarini birmani che cercano di guadagnarsi da vivere e aiutati a negozi che vendono alcol e sigarette a buon mercato. C’è un limite a ciò che può essere riportato legalmente e la barca può essere controllata durante il viaggio di ritorno. Dopo il viaggio di ritorno in barca, devi tornare all’immigrazione thailandese per un altro timbro d’ingresso. Dovresti prendere un passaggio con un viaggio organizzato, ma è un taxi motociclistico da 10 Baht o un giro in songthaew, o 10 minuti a piedi.

Dove alloggiare

Economici

  • Asia Hotel, Market Street (300 baht)
  • Bakhla Bar, on Market Street two doors down from the 7-11, opposite the first main right turn. Mattress-on-floor rooms with shared bathrooms at 100-120 baht.
  • Kiwi Orchid Guest House [2]
  • Sintavee Hotel, on Market Street, 100m north of market. Chinese run and sometimes used for short-time action by the local working girls and their clients. Large double room, private bathroom for 140 baht.

Prezzi medi

  • Royal Princess, 41/144 Tamuang Road, Tambol Kao Nives, Amphur Muang, Ranong 85000 (signs to Royal Princess on many streets), ph: +66 0 7783 5240-44, (fax: +66 0 7783 5238) [3] – Best hotel in Ranong. (About US$40 pppn)

enEnglish deDeutsch ja日本語 viTiếng Việt thไทย arالعربية ruРусский

Continue Reading

Thailandia

Covid-19 Viaggio sicuro a Nan in Thailandia

Avatar

Published

on

nan1000x600

Nan è una provincia del nord della Thailandia

Altre destinazioni

Thung Chang – Chiang Klang – Huay Khon (Chaloem Phra Kiat)

Bo Kluea – Pua – Song Kwae – Nong Bua – Ban Luang – Mae Charim

Na Noi – Na Muen

Da sapere

Geografia

La provincia, circondata da montagne, è situata nella vallata del fiume Nan. Confina con la provincia laotiana di Sanyabuli (nord e est), con le provincie di Phayao e Phrae (ovest), e con la provincia di Uttaradit (sud).

Storia

Nan è stata per secoli un regno indipendente, con poche relazioni con l’esterno, data la sua particolare posizione geografica tra le montagne. Il primo regno, con capitale intorno alla città Mueang Pua, è stato creato nel tardo XIII secolo. I suoi governanti, la dinastia Phukha, seppur collegati con i fondatori di Vientiane, hanno poi stabilito contatti con il regno di Sukhothai. Nel XIV secolo, la capitale fu trasferita nella sede attuale a Nan. Verso la fine del XIV secolo, Nan divenne uno dei nove principati settentrionali Thai-Lao, che comprendevano Lan Na Thai (ora Lanna) e le città-Stato che fiorirono per tutto il XV secolo, come Chiang Klang (La città di mezzo), Chiang Mai (La Città Nuova) e Chiang Thong (La Città d’Oro), che è l’odierna Luang Prabang. Nel 1778 divenne parte del regno del Siam. Nel 1893 il regno del Siam ha dovuto cedere la parte orientale di Nan all’Indocina francese (la provincia di Nan si estendeva sino al fiume Mekong, nell’attuale provincia laotiana di Sanyabuli).

Come arrivare

In aereo

Collegamenti giornalieri Bangkok – Nan

In autobus

Autobus diretti

Bangkok-Nan – Chiang Mai-Nan – Chiang Rai-Nan – Phitsanulok-Nan – Phrae-Nan

Bangkok-Thung Chang – Chiang Mai-Thung Chang – Phitsanulok-Thung Chang

Minivan

Phrae-Nan-Thung Chang-Huay Khon (frontiera Thai-Lao)

(frontiera Thai-Lao) Huay Khon-Thung Chang-Nan

Moto – Macchina

Collegamenti stradali con le provincia di Phayao, Phrae, Uttarid e con la provincia laotiana di Sanyabuli.

Come spostarsi

Autobus locale Nan-Thung Chang (ogni ora)

Minivan Nan-Thung Chang-Huay Khon

“Songhtaew” collettivi collegano i vari distretti

Si possono affittare macchine e moto

Nella città di Nan ci sono i taxi, che possono essere noleggiati per raggiungere qualsiasi destinazione all’interno della provincia

Da vedere

Thung Chang – Nove villaggi di minoranze etniche H’Mong e Lua, le grotte Tham Pha Pueng, Tham Pha Daeng e Tham Phu Hua Lan, la vetta Doi Pha Phueng, la cascata Tad Mok, il fiume Nan, con l’antico ponte di legno e la spiaggia, il tempio Wat Thueng Phueng con il Buddha del XIV secolo.

Song Kwae – il Parco Nazionale Tham Sakoen

Chiang Klang – la cascata Tad Man

Huay Khon (Chaloem Phra Kiat) – mercato di frontiera Thai-Lao, campo di battaglia Hauy Kon Khao (guerriglia comunista ai tempi del Vietnam), progetto agro-turistico Phu Phayak, Museo Comunista, sorgente del fiume Nan

Bo Kluea – Parco Nazionale Khun Nan, antiche saline di montagna

Pua – Parco Nazionale Doi Phu Kha

Nong Bua – Tempio Wat Nong Bua, il villaggio etnico Thai-Lue

Mae Charim – Parco Nazionale Mae Charim, rafting sul fiume Wa

Ban Luang – Villaggi di minoranze etniche

Na Noi – canyon Sao Din, Parco Nazionale Si Nan, Parco Nazionale Khun Sathan

Na Muen – villagio di pescatori Pak Nai

Folclore e manifestazioni

La tradizionale gara annuale di barche “lunghe”, da fiume.

La fase finale si tiene generalmente in ottobre – novembre.

Dai primi di ottobre inizieranno le selezioni per la fase finale. Semi-finali il 21 e 22. Fase finale dal 24 al 26, sul lungofiume nel centro della città di Nan. Durante i giorni della fase finale, nella città di Nan è consigliabile prenotare l’albergo in anticipo, data l’alta affluenza di visitatori Thailandesi.

Cucina

Oltre ai classici cibi thailandesi, è molto diffusa la cucina tradizionale locale. Nella città di Nan si trovano un paio di ristoranti di cucina internazionale.

Nan – il capoluogo della provincia

Da sapere

Geografia

La città di Nan è situata al centro dell’omonima provincia, sul fiume Nan.

Storia

Nan è stata per secoli un regno indipendente, con poche relazioni con l’esterno, data la sua particolare posizione geografica tra le montagne. Il primo regno, con capitale intorno alla città Mueang Pua, è stato creato nel tardo XIII secolo. I suoi governanti, la dinastia Phukha, seppur collegati con i fondatori di Vientiane, hanno poi stabilito contatti con il regno di Sukhothai. Nel XIV secolo, la capitale fu trasferita nella sede attuale a Nan. Verso la fine del XIV secolo, Nan divenne uno dei nove principati settentrionali Thai-Lao, che comprendevano Lan Na Thai (ora Lanna) e le città-Stato che fiorirono per tutto il XV secolo, come Chiang Klang (La città di mezzo), Chiang Mai (La Città Nuova) e Chiang Thong (La Città d’Oro), che è l’odierna Luang Prabang. Nel 1778 divenne parte del regno del Siam. Nel 1893 il regno del Siam ha dovuto cedere la parte orientale di Nan all’Indocina francese (la provincia di Nan si estendeva sino al fiume Mekong, nell’attuale provincia laotiana di Sanyabuli).

Come arrivare

In aereo

Nok Air

In auto / moto

Collegamenti stradali con le provincia di Phayao, Phrae, Uttarid e con la provincia laotiana di Sanyabuli.

In autobus

Autobus diretti

Bangkok-Nan – Chiang Mai-Nan – Chiang Rai-Nan – Phitsanulok-Nan – Phrae-Nan

In minivan

Phrae-Nan

Come spostarsi

Per gli spostamenti in città, si possono usare i “songthaew” collettivi, i “samlor” (taxi a pedali su tre ruote), i taxi, le moto e le biciclette (affittabili in loco). Il centro della città è visitabile a piedi.

Da vedere

Il Museo Nazionale

La casa in legno di Teak del “Re di Nan”

Le vecchie mura

Il lungo-fiume Nan

I Templi

Wat Phumin

Wat Phra That Chae Haeng

Wat Phra That Chang Kham

Wat Hua Khuang

Wat Suan Tan

Wat Phaya Phu

Wat Phra That Khao Noi

Folclore e manifestazioni

La tradizionale gara annule di barche “lunghe”, da fiume.

La fase finale si tiene generalmente in ottobre – novembre.

2014

Dai primi di ottobre inizieranno le selezioni per la fase finale. Semi-finali il 21 e 22. Fase finale dal 24 al 26, sul lungofiume nel centro della città di Nan. Durante i giorni della fase finale, nella città di Nan è consigliabile prenotare l’albergo in anticipo, data l’alta affluenza di visitatori Thailandesi.

Acquisti

In centro ci sono parecchi posti dover poter acquistare artigianato locale, specialmente tessile. Molti prodotti locali riguardano l’artigianato tradizionale delle minoranze etniche.

Dove mangiare

L’ampia scelta passa dai mercati di strada, alle bancarelle di cibo, ai ristorantini economici ed ai ristoranti di lusso. Ci sono anche un paio di ristoranti di cucina internazionale.

Vita notturna

Dal tramonto in poi, si trovano baretti sulla riva del fiume e nel centro città, ed alcuni pub con musica dal vivo.

Dove alloggiare

Nan dispone di un’ampia offerta di strutture ricettive, dalla guest house economica, all’albergo boutique a 5 stelle.

 

enEnglish deDeutsch ja日本語 viTiếng Việt thไทย arالعربية ruРусский

Continue Reading

Thailandia

Covid-19 Viaggio sicuro a Chiang Mai in Thailandia

Avatar

Published

on

Chiang Mai Wallpaper

Chiang Mai (เชียงใหม่) è la città più grande del Nord della Thailandia e la seconda più grande città della Thailandia dopo Bangkok. La città ha ufficialmente 200.000 abitanti ma considerando l’area metropolitana raggiunge circa i 5.000.000 . Situata in una pianura circondata da montagne, circondata da una campagna lussureggiante; ha un’aria cosmopolita ed una significativa quantità di stranieri. È molto più calma e verde della capitale, fattori che hanno portato in molti da Bangkok a trasferirsi stabilmente in questa “Rosa del nord”.

Da sapere

Chiang Mai è la più grande città, anche dal punto di vista culturale, della Thailandia del nord. Si trova a circa 700 km da Bangkok ed è situata vicino alle montagne più elevate del paese (Doi Intanon). E’ percorsa dal fiume Ping che è anche il principale affluente del Chao Phraya River che attraversa Bangkok. Negli ultimi decenni Chiang Mai è andata ad assumere un aspetto di città moderna, sebbene mancante di quell’aspetto cosmopolita che caratterizza Bangkok. Ha però moltissime attrazioni in grado di attrarre, ogni anno, migliaia di visitatori stranieri. Fondata da re Mengrai nel 1296 (il nome Chiang Mai vuol dire “città nuova”), prese il posto di Chiang Rai quale capitale del regno Lanna. Re Mengrai costruì attorno alla città un canale e le mura per proteggerla dalle frequenti incursioni birmane. Tutt’oggi, il centro storico è racchiuso in questo quadrilatero.

Con il declino del regno Lanna, la città perse importanza e fu spesso occupata dai birmani o dai thai del regno di Ayutthaya. Con la caduta anche di Ayutthaya in mani birmane, la popolazione di Chiang Mai fu deportata e la città rimase disabitata per 15 anni. In questo periodo, a fungere da capitale del regno Lanna fu la città di Lamphang. Formalmente, Chiang Mai divenne parte del Siam nel 1774 quando il re thai Taksin la riconquistò dai birmani. Cresciuta sia dal punto di vista culturale che economico, la città, anche se non ufficialmente, ha assunto il ruolo di capitale del nord della Thailandia ed oggi è seconda per importanza alla sola Bangkok. Qui la gente parla tra di loro il Kham Muang, ossia il thailandese del nord o Lanna, ma a livello scolastico è usato il Thailandese Centrale o di Bangkok. Le principali attrazioni della città di Chiang Mai sono quasi tutti dei siti religiosi. Alcuni wat (ce ne sono più di 300) sono davvero belli e meritevoli di una visita. Vale la pena di precisare che con il termine “Wat” si intende un complesso di costruzioni adibite a scopi religiosi, sociali e culturali.

Il più vecchio è il Wat Chiang Man che risale al XIII secolo.Re Mengrai visse in questo posto quando sovvrintendeva alla costruzione della città. Nei due templi sono conservate due importanti e veneratissime statue di Buddha: il Phra Sila (in marmo) ed il Phra Satang (in cristallo). Altro splendido tempio è il Wat Phra Singh risalente al 1345, perfetto esempio di stile archittetonico del nord o Lanna. Custodisce il Phra Singh Buddha (o Buddha “Leone”), portato qui molti anni fa da Chiang Rai e le cui altre due copie si trovano una a Nakhon Si Tammarat e l’altra a Bangkok. Non lontano da Wat Phra Singh si trova il Wat Chedi Luang, costruito nel 1461 e gravemente danneggiato sia da un terremoto nel secolo sedicesimo che dai colpi di cannone sparati dall’esercito di re Taksin nella guerra contro i birmani.Con il patrocinio dell’Unesco fu tentato di ricostruirlo ma l’idea fu abbandonata in quanto non esisteva alcun documento che attestasse l’esatta forma e le esatte dimensioni originali. Diagonalmente opposto, e confinante con il Wat Chedi Luang, si trova il Wat Phan Tao, con un antico wihaan (edificio del tem in tek, considerato uno dei tesori nascosti di Chiang Mai. Sempre vicino a Wat Phra Singh, si trova il Wat Prasat, uno dei più antichi complessi templari di Chiang Mai non ricostruiti. I suoi tetti a più livelli e le pareti in legno e gesso sono tipici dell’architettura del regno Lanna. Il Wat Suan Dok, costruito nel secolo XIV, ha l’edificio principale aperto ai quattro lati. Tutto intorno ci sono diversi “chedi” contenenti le ceneri dei governatori di Chiang Mai. Il suo stupa principale contiene una reliquia del Buddha che, secondo la leggenda, si sarebbe miracolosamente duplicata. Il duplicato della reliquia fu posto sul dorso di un elefante bianco che fu lasciato libero di girovagare in attesa che si fermasse ed indicasse il luogo dove far sorgere un nuovo wat per custodire la reliquia. L’elefante si diresse sul Doi Suthep, dove si fermò e morì. In questo posto, nel 1383 venne eretto il Wat Phrathat Doi Suthep.Vi si accede per mezzo di una scalinata di 300 gradini circondata per tutta la sua estensione da due lunghissimi naga.All’interno del Wat si trova uno dei chedi (o stupa) più venerati (e fotografati) dell’intera Thailandia, completamente ricoperto in foglia d’oro.

Come arrivare

In aereo

Aeroporto internazionale di Chiang Mai (CNX) voli domestici ed internazionali. La tratta per Bangkok è una delle più affollate della nazione (Thai Airways vola quasi ogni ora, con voli addizionali nei periodi turistici di punta). Altre compagnie aeree che operano servizi diretti da e per Chiang Mai sono:

  • Air Asia – da/per Bangkok; anche Kuala Lumpur (Malaysia)
  • Air Mandalay – da/per Myanmar
  • Bangkok Airways – per Ko Samui (i voli da Ko Samui non sono diretti) e da/per Sukhothai; anche Jinghong (China)
  • Hong Kong Express – da/per Hong Kong
  • Lao Aviation – da/per Laos
  • Nok Air – da/per Bangkok & Udon Thani
  • One-Two-Go (parte di Orient Thai Airlines ) da/per Bangkok
  • Silk Air – da/per Singapore
  • Thai Airways – da/per Bangkok e Mae Hong Son; anche Kunming (China); in più, voli da/per Phuket & possibilmente Nan potrebbero essere disponibili a seconda della stagione
  • Tiger Airways – da/per Singapore

L’aeroporto è a circa 3 km a sud-ovest del centro della città, solo 10-15 minuti in macchina. I tassisti autorizzati chiedono 140 baht fino a 5 passeggeri partendo da qualsiasi posto della città; prendendo un taxi con tassametro i prezzo sarà al di sotto dei 100 baht. I taxi partono dall’uscita a nord del terminal – dopo aver ritirato i bagagli, proseguire attraverso la reception e poi girare a destra. Alternativamente, prendere il bus numero 4 per il centro della città a 15 baht, o noleggiare un tuk-tuk o songthaew per 50-60 baht. La maggior parte degli hotel e ostelli offrono servizi di accoglienza all’aeroporto gratis o molto economici.

Da vedere

Wat Suandok, mausoleum of the former Lanna dynasty

Acquisti

Chiang mai è la città dei mercatini notturni, probabilmente nessuna città al mondo può batterla in questo. Di seguito i più famosi, i quali normalmente hanno inizio dalle sei di sera in poi:

  • Night Bazaar: Il piu famoso dei mercati di Chiang Mai, sito nella via dell’albergo Le Meridien è aperto tutte le sere. Presenta un mix di negozi e bancarelle, sono inoltre disponibili piccoli centri massaggi tradizionali thailandesi. Consigliato è il massaggio ai piedi (foot massage) 1h=150baht(4 euro). Vi è anche un food court (una serie di bancarelle con diverse specialità culinarie thailandesi e non) che offre piatti a prezzi realmente vantaggiosi (40/50 baht)
  • Sunday Walking Street: Si tiene ogni domenica a Tha Pe gate, si tratta di un mercato dalle dimensioni impressionanti e popolato da migliaia di turisti e thailandesi. E’ possibile trovare di tutto, dai prodotti fatti a mano alle cavallette fritte.
  • Saturday Market: Sito in Wolai Road, di fronte a Chiang Mai gate, mercato molto simile a quello di Tha Pe ma di dimensioni inferiori e prezzi ancora piu’ vantaggiosi.
  • Va Ro Road Market: Anch’esso aperto tutte le notti come il Night Bazaar, più diretto alla clientela thailandese ma interessante per conoscere la cultura della popolazione di Chiang Mai, localizzato vicino al consolato americano e Nawarat road.

Dove mangiare

Economici

  • Mukatan buffet 139 baht(circa 4 euro), all you can eat (mangia quello che vuoi a prezzo fisso). Nella piu tipica delle formule si tratta di un ristorante così organizzato: tavoli con al centro una griglia e buffet con cibo crudo e cotto di ogni tipo. Si prende il cibo crudo dal buffet(per esempio pollo ma anche maiale,pesce,manzo e tanto altro ancora), lo si porta al tavolo e si cuoce nella griglia. Sono anche disponibili dolci e frutti di ogni tipo.

Uno di questi buffet si trova, venendo dal Central Airport, sulla Bunreang Road.

  • Chang Pueak Market Piatti di diverso tipo tradizionali thailandesi. Generalmente i rivenditori sono puliti ed offrono un menu completo a partire da 30 baht (meno di 1 euro). Molto famoso e consigliato il Khao Man Gai(piatto con pollo, riso e zuppa a parte).

Prezzi medi

Piccola Roma Palace: il primo ristorante italiano a Chiang Mai, fondato nel 1991 dal Master Chef Angelo Faro. Cucina tradizionale italiana di ottimo livello, con porzioni particolarmente generose. Di fianco al ristorante il signor Faro gestisce anche un bel negozio di antiquariato cinese, asiatico e, in misura minore, europeo. Una visita e’ senz’altro meritata:

Piccola Roma Palace 144 Charoenprathet Road (Opposite The Chedi Hotel) A.Muang, Chiang Mai, Thailand. Free Transportation +66 53 820297-8

il sito web del ristorante La Tavernetta: ristorante italiano situato nell’importantissimo complesso del Kantary Terrace. La Tavernetta 3rd floor Kantary Terrace,Nimmanheim rd +66 85 5277803

Hotel popolari a Chiang Mai

Sicurezza personale

Chiang Mai è una città moderna e perfettamente sicura. E’ naturalmente consigliabile, però, adottare alcune precauzioni:

  • Evitare i thailandesi ubriachi che è possibile incontrare nelle aree meno turistiche nelle ore serali e notturne.
  • Sempre meglio non mostrare banconote appena prelevate o tenere il portafoglii in vista.
  • Non avventurarsi in luoghi sconosciuti nelle ore della tarda notte, evitare specialmente i go go bar,discoteche e luoghi malfamati.

Come già detto, comunque, la città è perfettamente sicura e più tranquilla delle maggior parte delle cittè europee di pari dimensione.

enEnglish deDeutsch ja日本語 viTiếng Việt thไทย arالعربية ruРусский

Continue Reading

Trending Now

Free counters!